venerdì 10 aprile 2009

Datazione degli edifici di Civita Castellana (anni '70 del XX sec. ),



GIUSEPPE SIMONETTA
DATAZIONE DEGLI IMMOBILI PER ELEMENTI DI FACCIATA
     [Piano particolareggiato del centro storico di Civita Castellana eseguito negli anni ’70 del XX secolo]

COMPARTO N. 1
VIA ANTONIO GRAMSCI
" n. 16 ex Fabbrica. Inizio sec. XX.
" n. 10 (angolo Via Vinciolino). Costruzione della fine dell’800 e gli inizi del ‘900.

VIA VINCIOLINO
" nn. 34-30 Costruzione della fine dell’800 e l’inizio del ‘900.
" nn. 18-20 Rimaneggiamento avvenuto tra la fine dell’800 e primi ‘900 di unità edilizie più antiche.
" nn. 16-14-12 Gruppo di piccole costruzioni sorte tra la fine dell’800 e gli inizi del ‘900.
" nn. 10-6 Probabile edificio del XIII-XIV sec. Totale rimaneggiamento ascrivibile nel corso del XIX sec.
" nn. 4-2 Edificio impostato tra la fine dell’800 e i primi del ‘900; attualmente accorpato con l’edificio n. civ. 1 di Via Della Corsica. Il portale sembrerebbe ascrivibile al corso del XVII-XVIII sec.; potrebbe essere un elemento spostato da altro edificio.

VIA DELLA CORSICA
" n. 1 (angolo Via Vinciolino). Probabile costruzione medioevale; rimaneggiata tra il XIX e XX sec.
" nn. 3-5-7-7a Gruppo di piccoli edifici probabilmente del XIII-XIV sec. completamente rimaneggiati tra il XIX e il XX sec.
" nn. 9-13 Edificio del XIII-XIV sec. ristrutturato nel XVIII e ulteriormente rimaneggiato tra il XIX e il XX sec.
" nn. 15-17-19-21 Accorpamento, avvenuto tra il XVII ed il XVIII sec. di unità edilizie probabilmente medioevali. Ulteriori interventi tra il XIX e XX sec.
" nn. 23-25 Ristrutturazione, probabilmente avvenuta tra il XVII ed il XVIII sec. di unità edilizie forse medioevali. Interventi del XIX-XX sec.
" nn. 27-29 Ristrutturazione, probabilmente avvenuta tra il XVII ed il XVIII sec. di unità edilizie forse medioevali. Interventi del XIX-XX sec.
" nn. 31-33 Ristrutturazione, probabilmente avvenuta tra il XVII ed il XVIII sec. di unità edilizie forse medioevali. Interventi del XIX-XX sec.
" nn. 35-37-39-41-43 Gruppo di edifici di difficile datazione. Completamente ristrutturati lungo il corso del XX sec.
" nn. 45-47 Edificio di difficile datazione. Completamente ristrutturato tra la fine del XIX e l’inizio del XX.
" nn. 55-57-59-61-63-63a-65-67-71 Gruppo di anonimi edifici impostati tra la fine del XIX sec. e lungo il corso del XX sec.
 
COMPARTO N. 2
 VIA DI PORTA LANCIANA
" nn. 5-3-7-9-9a-11-13 Anonimo edificio probabilmente impiantato tra la fine del XIX sec. e l’inizio del XX.

VIA PANICO
" n. 28 (angolo Via Porta Lanciana). Rifusione della prima metà del ‘700 di edifici di impianto medioevale. Rimaneggiamenti e ulteriori accorpamenti avvenuti lungo il corso del XIX sec.
" nn. 30-32 Casa torre del XIII-XIV sec. attualmente inglobata nell’edificio al n. civ. 28.
" nn. 34-36 Casa torre del sec. XIII-XIV.
" nn. 38-40 Casa torre del sec. XIII-XIV. Interventi avvenuti lungo il corso del XIX-XX sec.

VIA CORSICA
" nn. 46-44-42-40-40bis-38 Gruppo di edifici costruiti lungo il corso del XX sec. (ex fabbrica ristrutturata in abitazione).
" nn. 36-34 Edificio di impostazione del XIV-XV sec.; parzialmente rifatto tra la fine dell’800 e gli inizi del ‘900.
" nn. 32-30 Edificio di probabile impianto del XIV-XV sec.; ristrutturato fra la fine dell’800 e gli inizi del ‘900.
" n. 28 Edificio costruito tra la fine dell’800 e gli inizi del ‘900.
" nn. 26-24 Edificio ascrivibile tra la fine dell’800 e gli inizi del ‘900, ma probabilmente l’impianto è del XIV-XV sec.
" nn. 20-18 Edificio ascrivibile tra l’800 e il ‘900 ma probabilmente l’impianto è del XIV-XV sec.
" n. 14 Radicale intervento dl XVIII sec. su un’edificio d’impianto del XIII-XIV sec. Ulteriori interventi tra la fine dell’800 e l’inizio del ‘900.
" nn. 12-10 Edificio del XIII-XIV sec.; interventi del XVIII sec. ed ulteriori interventi del XIX-XX sec.
" nn. 8-6 Edificio rifuso in facciata con quello dei nn. civ. 4-2; ascrivibile al corso del XIX sec.
" nn. 4-2 Probabile struttura difensiva medioevale (sec. XII-XIII-XIV) completamente rifatto tra la fine dell’800 e l’inizio del ‘900.
 
COMPARTO N. 3
 VIA DI PORTA LANCIANA
" nn. 30-28-26 Ex fabbrica impostata all’inizio del XX secolo.
" nn. 24-22 Il fabbricato presenta in facciata connotazioni stilistiche tipiche del corso del XIX sec. Interventi della seconda metà del XX sec.
" nn. 20a-20 Il fabbricato presenta in facciata alcune connotazioni stilistiche riferibili, probabilmente, al corso del XIX sec. Interventi della seconda metà del XX sec.
" nn. 18-16 Il fabbricato presenta, in facciata, alcune connotazioni stilistiche riferibili, probabilmente, al corso del XIX sec. Interventi del XX sec.
" nn. 14-12 Ristrutturazione avvenuta tra la fine del XVIII e gli inizi del XIX di unità edilizie, probabilmente, medioevali. Ulteriore ristrutturazione avvenuta lungo il corso del XX sec.
" nn. 10-8 Rifacimento avvenuto verso la fine del XVIII sec. di edificio, probabilmente, più antico. Interventi del XX sec.
" nn. 6-4 Intervento sulla facciata avvenuto lungo il corso del XVII sec. di edificio, probabilmente medioevale.

VIA PANICO
" n. 26 (angolo Via di Porta Lanciana). Il fabbricato presenta in facciata connotazioni stilistiche estremamente semplificate, riferibili al gusto del XVII sec., con reminiscenze cinquecentesche. L’impianto, probabilmente, è medioevale.
 " nn. 24-22 Probabile ristrutturazione proto-cinquecentesca di edificio d’impianto medioevale. Attualmente alterato da elementi ascrivibili al gusto del XX sec.
" nn. 18-16-14-12 L’immobile sembra radicalmente rifatto tra la fine del XIX sec. e l’inizio del XX.
" nn. 10-8 Probabile ristrutturazione della prima metà del XX sec. di edificio d’impianto medioevale.
" n. 2 Costruzione medioevale (sec. XIII-XIV) ristrutturata successivamente. Rimangono alcuni avanzi di bugnato rustico; il portico è stato quasi totalmente chiuso. Interventi del XX sec. deturpano l’insieme.

PIAZZA SAN CLEMENTE
" nn. 8-9 Costruzione databile tra i sec. XIX-XX.
" nn. 10-11-12-13 Ex chiesa di S. Clemente. Impostata tra il XII e il XIII sec.; ristrutturata tra il XVI e il XVII sec.; completamente rimaneggiata e deturpata lungo il corso del XX sec.
" nn. 15-16 Ex fabbrica. Impianto del XX sec.
"nn. 17-18-19 (angolo Via delle Piagge). La decorazione della facciata e l’impianto generale fanno ascrivere questo edificio al primo ventennio del sec. XX.

VIA DELLE PIAGGE
" n. 1 Edificio, probabilmente medioevale, ristrutturato fra il XVIII e il XIX sec. Ulteriori rifacimenti lungo il corso del XX sec.
" nn. 3-5-7-9-11 Unità edilizie, probabilmente, medioevali ristrutturate tra XVIII e XIX sec. Ulteriori interventi ascrivibili al corso del XX sec.
" n. 13 Torre del XIII-XIV sec. (probabile difesa della porta medioevale della città). Alcuni interventi nel XVI sec. (finestre) e rifacimenti avvenuti tra la fine del XIX e l’inizio del XX sec.
" n. 15-15a-17-19-21 Gruppo di modesti edifici impostati lungo il corso del XX sec.
 
COMPARTO N. 4
 VIA DON GIOVANNI MINZONI
nn. 39-41 Dell’antica costruzione (sec. XIV-XV) rimane in facciata solamente il portale. Interventi ascrivibili al tardo XVIII sec. o al corso della prima metà del XIX. Il piano terreno è costituito a blocchi di tufo sagomato a bugne rustiche nel fianco, tessitura muraria in tufo, con elementi a punta di diamante.
nn. 3-43-45 Edificio impostato tra il XIV-XV sec. Interventi eseguiti nel tardo XVIII sec. o durante il corso della prima metà del XIX.
nn. 47-49-51 Ristrutturazione avvenuta tra il XVIII-XIX sec. di unità edilizie di impianto più antico, forse medioevale.

nn. 53-55 Ristrutturazione avvenuta tra il sec. XVIII e il XIX di unità edilizie di impianto, forse medioevale.

VIA DELLE PIAGGE
" nn. 20-18-16 Casa a schiera tipicamente medioevale sec. XIII-XIV; dotata di portico ora inglobato nella costruzione. Interventi tra XIX e XX sec.
" nn. 14-12 Casa a schiera tipicamente medioevale sec. XIII-XIV; dotata di portico ora inglobato nella costruzione. Si legge una tripla ghiera in tufo poggiante su pilastri rivestiti in pietra. Come la precedente è notevole l’uso di bugne rustiche.
" nn. 10-8 Casa a schiera tipicamente medioevale sec. XIII-XIV; ristrutturata lungo il corso del XIX sec.
" nn. 6-4 Accorpamento di case a schiera, probabilmente, medioevali avvenuto tra il tardo XVIII sec. e la prima metà del XIX.
" n. 2 Casa a schiera, probabilmente, d’impianto medioevale; completamente ristrutturata lungo il corso del XIX sec. e l’inizio del XX.

PIAZZA SAN CLEMENTE
" nn. 21-22 Casa a schiera di probabile impianto medioevale; ristrutturata lungo il corso del XIX sec.
" nn. 23-24 (angolo Via S. Clemente nn. 6-4-2). Bell’edificio ristrutturato nel XVIII sec. Impianto del XVI sec. a sua volta poggiante su strutture probabilmente medioevali. Interventi discutibili tra XIX e XX sec.

PIAZZA DELLA QUINTANA

" nn. 9-10-11 (angolo Vicolo Febo). Ristrutturazione avvenuta lungo il corso del XIX sec. di edificio, probabilmente, del XVI sec. Impostato a sua volta su strutture probabilmente più antiche.

VICOLO FEBO
" nn. 1-3-5 Accorpamento di unità edilizie, avvenuto nel tardo ‘800, di probabile impianto medioevale.
" nn. 7-9 Edificio privo di connotazioni stilistiche utili alla datazione. Probabilmente impostato tra la fine dell’800 e l’inizio del ‘900.
" nn. 11-13 Edificio privo di connotazioni stilistiche utili alla datazione. Probabilmente impostato lungo il corso del XX sec.
" nn. 15-17-19 Edificio privo di connotazioni stilistiche utili alla datazione. Intervento avvenuto lungo la seconda metà del sec. XX.

COMPARTO N. 5: DATAZIONE DEGLI IMMOBILI PER ELEMENTI DI FACCIATA.

PIAZZA DUOMO
" n. 1 Il Palazzetto è stato impostato durante il corso del ‘500. Permangono alcuni elementi stilistici ascrivibili al primo ‘500. Rimaneggiato e ristrutturato tra il tardo ‘800 e il primo ‘900.
" n. 2 (angolo Via Don Minzoni). Massiccio intervento ottocentesco su un gruppo di edifici,
    probabilmente, ristrutturati tra il XVII e il XVIII secolo.

VIA DON GIOVANNI MINZONI
" nn. 9-11 Ristrutturazione settecentesca di edificio di probabile impianto più antico. Pesanti interventi tardo ottocenteschi o del primo ‘900.
" nn. 13-15-17 Elegante costruzione del XVII-XVIII sec. Rimaneggiato parzialmente lungo il corso dell’800.
" nn. 19-21 Equilibrato intervento della metà del ‘600.
" nn. 23-25 Difficile la datazione, anche se in facciata sembra esserci stato un intervento ascrivibile al periodo “umbertino”.
" n. 27 Datazione impossibile. Ristrutturazione totale lungo il corso del XX sec.
" nn. 31-33 Caratteri stilistici risalenti al tardo XX sec. coprono parzialmente una precedente ristrutturazione del XVIII sec. su edifici probabilmente più antichi.
" nn. 35-37 Edificio di impianto cinquecentesco, su probabili strutture più antiche. L’intervento del XIX sec. ha alterato la fisionomia generale dell’immobile.

VICOLO FEBO
" nn. 6-4-2 Edifici privi di caratterizzazioni stilistiche. Probabilmente impostati lungo il corso del XIX sec.

PIAZZA DELLA QUINTANA
" nn. 13-14 Edificio privo di connotazioni stilistiche; completamente rimaneggiato lungo il corso del XX sec.
" nn. 15-16 Probabile edificio del XVI sec.; completamente rimaneggiato nel XX sec.
" n. 17 Impossibile la datazione.
" nn. 19-20-21 Edificio privo di connotazioni stilistiche completamente rimaneggiato nel sec. XX.
" n. 22 Edificio privo di connotazioni stilistiche; rimaneggiato nel corso del XX sec. Probabili case a schiera di impianto medioevale.

VIA QUINTANA
" nn. 18-16-14-12-10-8 Gruppo di edifici d’impianto medioevale, probabilmente ristrutturate lungo il corso del XVIII sec. notevolmente rimaneggiati tra XIX e XX sec.

VIA ROSA
" nn. 20-18-16-14-12-10-8 Palazzo completamente impostato nel XVIII sec. su edifici, probabilmente, più antichi.
" nn. 6-4-2 Palazzo rifatto nel corso del XIX sec. su unità edilizie, probabilmente, più antiche.

COMPARTO N. 6
 VIA DON GIOVANNI MINZONI
" nn. 18-18a-20 Probabile rifusione del XVII sec. di edificio impianto più antico. Nuova impaginazione tra il ‘700 e l’800. Ampliato e ristrutturato tra ‘800 e ‘900.
" nn. 22-24-26 Rifusione avvenuta lungo il corso del tardo ‘700 di edifici probabilmente più antichi. Interventi in facciata ottocenteschi.
" nn. 28-30 Edificio dalle modeste linee di facciata, probabilmente ristrutturato tra il XVIII e XIX sec.
" nn. 32-34-36 Edificio completamente ristrutturato nel corso del XIX sec.; pesanti interventi nel XX sec.
" nn. 38-40-42-44 Piccoli edifici impostati tra la fine dell’800 e primo ‘900.
" nn. 46-48-50-52-54-56 Edifici completamente rimaneggiati tra il XIX e XX sec.

VIA DELLE PIAGGE
" nn. 24-26 Edificio di impianto tardo-ottocentesco o del primo ‘900.
" nn. 30-32-34 Edificio di impianto del primo ‘900.
 
COMPARTO N. 7
VIA DON GIOVANNI MINZONI
" nn. 3-4 Accorpamento di unità edilizie probabilmente medioevali avvenuto durante il sec. XVII, ed interventi in facciata lungo il corso del XIX sec.
" nn. 4-6 Rifusione avvenuta nel corso del XVII sec. di edifici sia quattrocenteschi che cinquecenteschi, a loro volta impostati su probabili strutture medioevali. Interventi in facciata avvenuti lungo il corso del XIX-XX sec.
" nn. 8-10 Probabile torre del XIII-XIV sec., completamente ristrutturata tra il XIX ed il XX.
" nn. 14-14a-16 Edificio completamente rimaneggiato nel XX sec. (seconda metà). Impossibile ulteriori datazioni.
 
COMPARTO N. 8
 PIAZZA DUOMO
" Curia Vescovile. Impianto del XVII sec. su probabile struttura molto più antica; ristrutturazione completa del XVIII sec. La facciata che dà su Piazza Duomo mostra una grande apertura di ingresso (probabile torre) successivamente trasformata in finestra (mostre di marmo antiche) molteplici decorazioni a stucco, ascrivibili al gusto del XVIII sec. Interventi (balcone) risalenti al periodo tra Pio IX e Umberto I.
" S. Maria Maggiore – Duomo. Impianto del XII-XIII sec. (portico del XIII sec.) su probabili strutture più antiche. Ristrutturazione cinquecentesca (dove attualmente è situato il fonte battesimale). Completa ristrutturazione settecentesca. Interventi di restauro dopo la seconda guerra mondiale.
 
COMPARTO N. 9
 VIA DEL FORTE
" nn. 33-35-37 Accorpamento di più unità edilizie di probabile origine medioevale (vedi spigolo fortificato al n.c. 33) avvenuto tra XIX e XX sec.
" n. 39 Probabile impianto tardo-seicentesco o settecentesco su unità edilizia forse più antica, rimaneggiato lungo il corso dell’800.
" n. 41 (angolo Via Virgilio Mazzocchi). Ristrutturazione completa avvenuta nel primo ‘900.

VIA VIRGILIO MAZZOCCHI
" nn. 8-6-4 (angolo Via Roma). Impianto tipico del primo ‘900.

VIA ROMA
" nn. 22-20-18-16-14 Nuova costruzione del sec. XX e rifacimenti delle facciate posteriori degli immobili affacciantisi lungo Via del Forte, avvenuti tra ‘800 e ‘900.
 
COMPARTO N. 10
 VIA DEL GOVERNO VECCHIO
" n. 3 Edificio di difficile datazione; completamente rimaneggiato nel sec. XX.
" nn. 5-7 Edificio ristrutturato nel tardo settecento su probabile impianto più antico; ulteriormente manomesso lungo il corso dell’ultimo ‘800 o del primo ‘900.
" nn. 9-11 (angolo Via di Massa)
Accorpamento di più edifici difficilmente databili, ampiamente rimaneggiati tra il XIX d il XX sec.
" nn. 18-16-14-12-10 Gruppo di edifici di probabile impianto medioevale. Pesanti interventi nel XX sec.
" nn. 6-4-2 Edificio impaginato e rifuso lungo il corso del XIX sec. con l’edificio di Piazza Duomo n.civ. 5-7.

VIA DI MASSA
"nn. 15-17-19-21-23-25-27-29-31-33-35 Gruppo di case a schiera di probabile impianto medioevale; ampiamente rimaneggiate tra il XVIII ed il XIX sec.; ulteriori manomissioni novecentesche.

PIAZZA DEI MARTIRI DELLE FOSSE ARDEATINE
nn. 6-7-8 – Via Roma – 10-8-6-2. Bell’esempio di palazzo del tardo Cinquecento primo Seicento rimaneggiato lungo il corso dell’800 con aggiunte e rifacimenti.
 
COMPARTO N. 11
 VIA DEL FORTE
" nn. 21-23 Palazzetto di impianto del XVII-XVIII sec.
" nn. 25-27 Probabile unità edilizie medioevali forse ristrutturate in periodo rinascimentale, ma totalmente rimaneggiate tra il XIX ed il XX sec.
"nn. 29-31 Accorpamento di unità edilizie, probabilmente medioevali, forse avvenute in epoca seicentesca, ma completamente impaginati tra il XIX e il XX sec.

PIAZZA DEI MARTIRI DELLE FOSSE ARDEATINE
" nn. 1-2 Impaginazione avvenuta tra la fine dell’800 e il primo ‘900 di unità edilizie probabilmente più antiche.
" nn. 3-4-5 (angolo Via di Massa). Impaginazione avvenuta durante il corso dell’800, di unità edilizie probabilmente più antiche.
 
COMPARTO N. 12? [non chiaro nel testo. Ndr.]
 VIA DI MASSA
" nn. 32-30-s.n. Due piccoli costruzioni dalla facciata totalmente rifatta, ma che rivelano nella disposizione e nei volumi impianto medioevale.
" nn. 26-24 Il portalino cinquecentesco, che potrebbe essere una mostra di finestra riadattata, si apre su una facciata totalmente “umbertina” e copre una struttura torriforme di impianto medioevale.
" nn. 22-20-18-16-14 Costruzioni probabilmente di impianto medioevale, ma completamente rimaneggiate lungo il corso dei sec. XIX-XX.
" nn. 12-10-8 La facciata del palazzetto presenta elementi stilistici alquanto contraddittori. Il portale è una elaborazione provinciale di motivi seicenteschi, le finestre sembrerebbero di tipo cinquecentesco. Interventi ottocenteschi contribuiscono a rendere ancor più difficile la datazione.
" n. 6 Sembra un intervento del tardo quattrocento su una unità edilizia, probabilmente medioevale, ed a sua volta insistente su strutture murarie più antiche (probabili resti delle antiche mura Falische).
" nn. 5-7 (angolo Via del Governo Vecchio). Due tipici edifici di impianto medioevale ma totalmente ristrutturati tra il XIX ed il XX sec.
  
COMPARTO N. 13
 VIA GARIBALDI
" nn. 1-3-5 Accorpamento di più unità edilizie avvenuto in epoca “umbertina” (fine del XIX inizi del XX sec.).
" n. 7 Bell’edificio che conserva le caratteristiche di torre. Robusta struttura in pietra a bugne rustiche, sostiene l’arco dell’ingresso a sesto ribassato. Si nota nel parato murario l’imposta sul secondo arco – sec. XIII-XIV.
" nn. 9-11-13 Le mediocri linee sette-ottocentesche di facciata, nascondono una aggraziata costruzione rinascimentale rivelata dal bel portale architravato – sec. XV-XVI.
" nn. 15-17 Palazzetto di impianto rinascimentale – sec. XV-XVI – impaginato mediocremente tra il XVIII-XIX sec.
" nn. 21-23-25-27 L’apparente “modernità” dell’edificio (impaginato nel tardo ottocento) è smentita da chiari elementi cinquecenteschi dell’interno (atrio con volta a botte e cordonature; cortile con due archi su colonne dorico-tuscanica in pietra, secondo atrio con grande volta lunettata). Lo stesso ingloba una torre (sec. XIII-XIV) attualmente deturpata da una cortina di finti mattoni.
" nn. 29-31-33 Due edifici di probabile impostazione tardo-ottocentesca.
" nn. 35-37 (angolo Via Rosa). Costruzione dalle linee grandiose di gusto tardo barocco romano – fine del XVII inizio del XVIII sec. (1670-1730).

VIA ROSA
" nn. 3-5-7-9 Due edifici contigui dai moderati caratteri tardo-settecenteschi, con interventi ottocenteschi.
" n. 11 Edificio di probabile impostazione tardo-cinquecentesca. Pesanti interventi ottocenteschi.
" n. 13 Grazioso palazzetto neo-classico della prima metà del XIX sec.
" nn. 15-17 Edificio di impostazione tardo-cinquecentesca su impianto, probabilmente, medioevale. Mediocri rimaneggiamenti avvenuti tra il XIX ed il XX sec.
" n. 19 Anonimo edificio difficilmente databile.
" nn. 21-23-25-27 I due edifici, allo stato attuale, sembrano ristrutturati tra il XIX ed il XX sec.; emergono tratti di muratura in tufo, non ben databili.

VIA DELLA QUINTANA – PIAZZA S. GREGORIO
" n. 12 Edificio completamente ristrutturato nel XX sec. ed in modo assai sconveniente. Sopravvivono elementi di decorazione ascrivibili al pieno ‘500.

PIAZZA S. GREGORIO
" nn. 14-15 Immobili di differente ed indipendente realizzazione accorpati ed in parte ricostruiti tra il XVII ed il XVIII sec.

VIA DELLA TRIBUNA
" nn. 26-24-22-20-18-16-14-6-4-2 Gruppo di abitazioni assai eterogenei, di impianto medioevale, probabilmente, poggianti su strutture più antiche. Emergono i seguenti elementi:
" nn. 2-4 carattere del sec. XVIII;
" n. 6 caratteri dei sec. XIII-XIV;
" n. 16 caratteri del sec. XVI;
" n. 24 grazioso esemplare medioevale (finestra murata) con rimaneggiamenti cinquecento-seicenteschi.
" n. 26 interessanti interventi in periodo “liberty” e banali rifacimenti novecenteschi.

PIAZZA MATTEOTTI
" nn. 46-47-48-49 Rifusione, avvenuta lungo il corso del XIX sec. di unità edilizie di impianto medioevale, probabilmente insistenti su strutture più antiche.
" n. 58 Rifacimento settecentesco di unità edilizie, probabilmente, più antiche.
" nn. 59-60 Edificio di probabile impostazione medioevale (forse inglobante una torre, a sua volta impostata su strutture, probabilmente, più antiche) ristrutturato fra il XIV ed il XV sec. e rimpaginato durante il XVIII sec.
" nn. 61-62 Edificio, accorpante più unità edilizie, di probabile impostazione medioevale e forse poggiante su strutture più antiche; rimaneggiato lungo il corso del XIX sec.
" nn. 63-64-65-66 Edificio nato dalla rifusione di più unità edilizie di probabile origine medioevale e poggianti, forse su strutture più antiche; rimaneggiato nel XIX sec.
 
COMPARTO N. 14
 VIA DELLA TRIBUNA
" n. 7 Il palazzo nato da una rifusione tardo-settecentesca di unità edilizie più antiche, presenta evidenti segni di ristrutturazione ottocentesca.
" nn. 9-11-13 Il palazzo di impianto tardo cinquecentesco o seicentesco ha avuto la facciata rimaneggiata nel periodo “umbertino”.
" nn. 15-17 Edificio a schiera, forse medioevale, probabilmente ristrutturato nel tardo cinquecento; interventi in facciata sia settecenteschi che ottocenteschi. Attualmente accorpato con l’edificio di cui ai nn. civ. 9-11-13.

PIAZZA S. GREGORIO
" nn. 1-2-3 Edificio di probabile impostazione cinquecentesca su unità edilizie medioevali (vedi: pilastro d’angolo superstite) ma completamente rimaneggiato all’inizio del ‘900.
" nn. 4-5-7 Elegante costruzione del primo ‘500 accorpata attualmente ad altro edificio.

VIA DI S. GIACOMO
" nn. 7-9-14-12-10-8 Gruppo di edificio di impianto medioevale – sec. XIII-XIV – Emergono interessanti particolari:
" al n.c. 9 bella finestra cinquecentesca;
" al n.c. 14 grazioso portale con ghiera in mattoni del XIX-XX sec.
" nn. 6-4-2 (angolo Via Filippo Minio). Poderosa costruzione in tufo costituita da due torri del sec. XIII-XIV.

VIA FILIPPO MINIO – Angolo Corso Bruno Buozzi
" n.c. 22-20-18-16. Rifusione di più unità edilizie, di probabile impianto medioevale, avvenuta in epoca rinascimentale ma, attualmente impaginata tra la fine dell’800 e l’inizio del ‘900.

CORSO BRUNO BUOZZI
" nn. 14-12-10-8-6 Rifusione di più unità edilizie impaginate in facciata tra l’800 e il ‘900.
" nn. 4-2 Edificio di probabile impianto cinquecentesco su unità edilizie più antiche, completamente rimaneggiato tra l’800 ed il ‘900.

PIAZZA GIACOMO MATTEOTTI
" nn. 40-41 Rifusione di unità edilizie di impianto medioevale, probabilmente insistenti su strutture più antiche, avvenuta nella prima metà dell’800.
" nn. 44-45-46 Rifusione, avvenuta tra il ‘400 ed il ‘500 di unità edilizie di impianto medioevale a loro volta, probabilmente, insistenti su strutture più antiche. Rimaneggiata durante il corso dell’800.
 
COMPARTO N. 15
 PIAZZA DELLA QUINTANA
" nn. 3-4 Anonimo edificio che non presenta in facciata alcun elemento stilistico utile alla datazione.
" n. 2 L’imponente e semplicissimo prospetto, il grande portale a bugne in travertino, e il volume in generale, possono collocare l’edificio al sec. XVI; anche se l’esecuzione potrebbe essere avvenuta durante il sec. XVII. Presenta rifacimenti ottocenteschi.

VIA DELLA QUINTANA
" nn. 21-23 L’esterno dell’edificio mostra caratteri databili alla metà del ‘700. Pesante intervento novecentesco.
" nn. 19-17-15-13-11 Edifici a schiera, probabilmente medioevali, con pesanti interventi avvenuti tra ‘800 e ‘900.
" n. 9-7-5 Edificio del primo ‘500, semiricostruito nell’immediato dopoguerra, in modo assai rozzo.
" n. 1 (angolo Piazza S. Gregorio). Torre del XIII-XIV sec. rimaneggiata nel XVI (probabilmente ricomposta con l’edificio ai nn. civ. 9-7-5); ulteriormente riadattata tra il XVIII e il XIX sec. e parzialmente ricostruita nel XX sec.

PIAZZA S. GREGORIO
" n. 8 Edificio probabilmente cinquecentesco, profondamente rimaneggiato tra il XIX ed il XX sec.

VIA S. GREGORIO
" nn. 2-4-6 Torre medioevale accorpata ad altri edifici e ristrutturata tra il XIX ed il XX sec.
" nn. 8-10-12-14-16-18-20-22-24 Il gruppo di edifici, probabilmente medioevali è ricoperto da anonime facciate otto-novecentesche.
 
COMPARTO N. 16
 VIA S. CLEMENTE
" nn. 3-5-7 Due piccole costruzioni di impianto del XIII-XIV sec.; rimpaginate nel XVI e con pesanti interventi della fine dell’800 o del primo ‘900.
" nn. 11-13 (angolo Piazza S. Clemente). Robusta ed elegante costruzione dell’ultimo 1400 e del primissimo 1500; variamente rimaneggiata in facciata.

PIAZZA S. CLEMENTE
" nn. 3-4-5-6-7 Gruppo di case con elementi stilistici di facciata ondeggianti tra la fine del ‘700 e l’inizio dell’800 che forse rivestono strutture più antiche. Interventi della prima metà del XX sec.

VIA MONSIGNOR FILIPPO MINIO
" n. 56 Massiccia costruzione torriforme. Il primitivo andamento verticale risulta moderato dallo “scapitozzamento” con rifacimento della muratura aldisotto del tetto (sec. XII-XIII).
" nn. 54-52-50-48 Accorpamento di due case a schiera probabilmente medioevali; fortemente rimaneggiate all’inizio del ‘900.
" nn. 46-44-42-40-38-36-34-32 Gruppo di piccole costruzioni a schiera, forse medioevali, con facciata anonimamente rifatta lungo il corso del ‘900.
" n. 30 Modesta costruzione, probabilmente medioevale e forse insistente su struttura muraria più antica. Attualmente ne è difficile la datazione.
" nn. 28-26-24-22-20-18 Edificio risultante dall’accorpamento, avvenuto durante il XIX sec., di più unità edilizie fortificate tra il XIII-XIV sec.; rimaneggiata tra il XV-XVI sec. Si notano: uno spigolo il cui parato murario è a bugne, una bella mostra di finestra quattrocento-cinquecentesca, splendido architrave in marmo sorretto da mensole entro arco a sesto assai ribassato (ultimo ‘400).
 " I nn. 24-26 presentano un bel parato murario a bugne rustiche con bellissimo arco in tufo a sesto ribassato di tipo durazzesco napoletano e belle mostre di finestre 400-500sche. Il tutto accorpato ed ampliato con altra fabbrica antica (n. 28).
" nn. 16-14-12-10-8 (angolo Via S. Giacomo). Imponente palazzo databile al tardo ‘500 ma che presenta in facciata delle differenze che fanno ritenere questo realizzato in due tempi diversi.

VIA S. GIACOMO
" n. 3 Ex cappella di S. Giacomo ora trasformata ad abitazione.
" n. 5 Insignificante costruzione la cui datazione è resa difficile da pesanti interventi del XX secolo.

VIA S. GREGORIO
" nn. 1-3-5-7-9 Gruppo di immobili assai rimaneggiati in periodo “umbertino”.
" nn. 11-13 L’impianto generale e gli elementi stilistici di facciata, quali il portale e le mostre delle finestre ascrivono questo edificio al corso del XVI sec. Interventi tra la fine del XIX sec. e l’inizio del XX.
" nn. 17-19-21 Edificio completamente ristrutturato nel XX sec. ma che conserva alcuni elementi stilistici della seconda metà dell’800.
" nn. 23-25 Accorpamento ottocentesco di unità edilizie probabilmente più antiche.
" nn. 27-29-31 Impostazione dell’edificio è cinquecentesca, con alcune trasformazioni avvenute lungo il corso del ’600. Alcune manomissioni avvenute tra il XIX ed il XX sec.
" nn. 33-35 Probabile casa a schiera medioevale completamente rimaneggiata lungo il corso del XIX sec.

PIAZZA DELLA QUINTANA
" nn. 6-7-8 (angolo Via S. Clemente). Accorpamento di unità edilizie, forse medioevali, avvenuto durante il corso dell’800.
 
COMPARTO N. 17
 VIA MONSIGNOR FILIPPO MINIO
" nn. 31-33-35 L’atrio con volta a crociera, il cortile ad archi su pilastri poi murati, il taglio della facciata, il portale datano questo palazzo al corso del XV sec.
" n. 13 Difficile la datazione, dato il pesante intervento del primo ‘900 che ha sconvolto l’insieme di più unità edilizie che probabilmente costituivano l’antico nucleo.
" nn. 11-9-7 Rimaneggiamento ottocentesco di edificio probabilmente più antico.

CORSO BRUNO BUOZZI
" nn. 26-28-30 Rimaneggiamento tra la fine del XIX sec. e l’inizio del XX di edifici forse più antichi.
" nn. 32-34 Rimaneggiamento settecentesco di edificio probabilmente cinquecentesco.
" nn. 36-38-40-42 Rifusione avvenuta tra la fine del XIX sec. e l’inizio del XX di edifici probabilmente impostati tra il XVI ed il XVII sec.

CORSO BRUNO BUOZZI
" (angolo Via Ulderico Midossi). Insignificante e pesante costruzione del XX sec. (1950-60).
 
COMPARTO N. 18
 VIA MONSIGNOR FILIPPO MINIO
" nn. 51-53-55-57-59-61-63-65-67-69-71-73-75-77-79-85-87-89-91-93 Folto gruppo di piccoli e modesti edifici strutturalmente e volumetricamente di probabile impianto medioevale, ma dei quali è impossibile un tentativo di datazione. Le facciate assai rimaneggiate anche in epoca recente sembrano avere caratteristiche sette-ottocentesche.
" nn. 95-97 Probabile torre o casa-torre in tufo in pietra. Due arcate con ringhiera in tufo, di differente dimensione, che poggiano su tre massicci pilastri a blocchi di pietra – Sec. XII-XIII-XIV.
" nn. 99-101 Palazzetto difficilmente databile, forse ricostruito nel ‘600 su impianto medioevale di servizio alla torre (nn. civ. 95-97). Interventi in facciata ottocenteschi.
" nn. 103-105 Accorpamento del tardo XVIII sec. di unità edilizie probabilmente più antiche.
" nn. 109-111 Unità di impianto medioevale, quasi totalmente rifatta; è superstite un settore dell’apparato murario originario (sec. XII-XIII-XIV).

VIA PANICO
" nn. 1-3-7-9-11-13 Gruppo al quanto omogeneo, soprattutto esternamente, di costruzioni, aventi caratteri generale sette-ottocenteschi, ma che probabilmente ricalcano strutture più antiche.
" nn. 19-21-23-25-27-29-31-33-35 Gruppo di piccole costruzioni che presentano in facciata caratteri alquanto modesti stilisticamente che risalgono ad un rimaneggiamento ottocentesco di unità edilizie probabilmente più antiche.
" nn. 41-43-45 Torre, probabilmente, “scapitozzata”. Il basamento è caratterizzato da giganteschi blocchi di marmo bianco di spoglio. Poco aldisotto del tetto, l’unica finestra originaria, con massiccio davanzale in marmo, tagliata dal tetto e murata (sec. XI-XII-XIII).
 
COMPARTO N. 19
 VIA PANICO
" nn. 53-55-57 Piccola costruzione, ampiamente rimaneggiata tra XIX e XX sec. – Probabile unità d’impostazione medioevale.
" nn. 59-61-63 Costruzione databile ai sec. XIII e XIV. Interventi modesti in facciata databili tra i sec. XIX e XX.
" nn. 65-67 Edificio originariamente medioevale costituito dall’accorpamento di più unità. Modesti interventi in facciata databili al primo ‘900.
" n. 69 (angolo Via delle Palme). Poderoso impianto torriforme – sec. XII-XIII – caratterizzato dall’inserimento di blocchi di marmo e pilastrini in pietra negli spigoli. Elementi di spoglio di epoca “romana” e “barbarica” dei sec. VII-VIII – Arco a sesto ribassato con doppia ghiera in tufo, su imposte in pietra. Sconsiderati interventi tardo-ottocenteschi.

VIA DELLE PALME
" nn. 56-54-52 Accorpamento ottocentesco di probabile unità edilizie medioevali.
" n. 50 Probabile unità medioevale (antico forno) attualmente priva di connotazioni stilistiche.
" nn. 46-44 Probabile unità di impianto medioevale (antico forno) priva di connotazioni stilistiche.
" nn. 40-38-36 Accorpamento di probabile unità edilizie medioevali. Modesta impaginatura della facciata avvenuta tra la fine dell’800 ed il primo ‘900.
" nn. 34-32 Interventi del tardo ‘700 o del primo ‘800 su edificio di impianto medioevale.
" nn. 28-26-24 Edificio di impianto del tardo ‘800 o del primo ‘900.  
" nn. 22-20 Edificio di impostazione cinquecentesca. Ambiente a piano terra coperto con volta lunettata sostenuta da interessanti peducci del XVI-XVII sec. Modesti interventi in facciata del tardo ‘700 o del primo ‘800. Rimaneggiamenti del primo ‘900.
" nn. 18-16-14-12 Edificio risultante dall’accorpamento ottocentesco di più unità edilizie, probabilmente, molto più antiche. Discutibili interventi in facciata nel XX sec.
" nn. 10-8-6a Edificio risultante da un accorpamento cinquecentesco di più unità edilizie. Ampiamente rimaneggiato nel tardo ‘800 o nel primo ‘900.

CORSO BRUNO BUOZZI
" nn. 78-76-74 Edificio inglobante una torre medioevale (sec. XIII-XIV) completamente rimaneggiato tra la fine dell’800 ed il primo ‘900.
" nn. 72-70-68 Edifici accorpati, di probabile impianto medioevale. Impaginati tra la fine del XIX sec. e l’inizio del XX.
" nn. 66-64-62 Edificio di chiaro impianto del tardo ‘800 o del primo ‘900.
 
COMPARTO N. 20
 VIA DEL VINCIOLINO
" n. 1 Probabile costruzione medioevale (secoli XIII-XIV-XV) ampiamente ristrutturate in facciate tra la fine dell’800 e fine ‘900. Conserva elementi di portico in pietra e marmo (cornice ricavata da trabeazione romana ad ovuli alveolati).
" nn. 3-5 Anonima costruzione del sec. XIX.
" n. 7 Probabile torre “scapitozzata” del sec. XIII-XIV. In questa, bellissimo parato murario in travertino – al piano terreno – e tufo – al primo piano. Portale ad arco con estradosso acuto ed intradosso a tutto sesto.

VIA DELLE PALME
" nn. 51-49 Edificio risultante dall’accorpamento di unità immobiliari forse medioevali; ristrutturato tra la fine dell’800 ed il primo ‘900.
" nn. 47-45 Insignificanti costruzioni del primo ‘900. Probabile ristrutturazione di piccoli edifici adibiti a stalle.
" n. 43 Elementi ottocenteschi e novecenteschi si alternano sulla modesta facciata dell’edificio probabilmente d’impianto più antico.
" nn. 41-39 Moderati elementi di gusto “liberty” datano la facciata ai primi anni del XX sec. Probabilmente si tratta di edificio più antico.
" nn. 37-35 Edificio risultante dalla rifusione di più unità immobiliari; questa è avvenuta all’inizio del XX sec.
" nn. 33-31-29 Il portale in tufo, elegantemente decorato ad ovuli è di gusto rinascimentale; può essere datato al sec. XVI. L’atrio voltato a botte e l’ambiente al piano terra coperto a volta lunettata, sostenuta da peducci confermano la datazione del XVI sec. Trattasi di edificio costituito da più unità, forse medioevali, ristrutturate nel ‘500 e accorpate e rimaneggiate alla fine dell’800.
" nn. 27-25 Pesanti interventi in facciata hanno compromesso l’equilibrio dell’edificio, di per sè già modesto. Privo di caratteri giuridici utili per una probabile datazione; anche se l’impianto generale sembra ascrivibile tra il XVIII ed il XIX sec.
" nn. 23-21 Edificio risultante dall’accorpamento di più unità immobiliari probabilmente rimaneggiate tra il XVIII-XIX sec. – Portale decisamente ottocentesco.
" nn. 19-17 Probabile intervento ottocentesco su edificio forse più antico.
" nn. 15-13 La facciata di modesta esecuzione è stata sobriamente decorata nel sec. XX (accenni liberty nelle cornici). Il volume dell’immobile rivela un impianto medioevale (sec. XIII-IX).
" nn. 11-9 Le caratteristiche generali dell’edificio possono farlo ascrivere tra il ‘700 e l’800. Le decorazioni superstiti nelle finestre del primo piano (eleganti mostre a volute e riquadro di raccordo tra il primo ed il secondo piano) sono tipicamente settecentesche.
" nn. 7a-7-5-3-1 (angolo Corso Bruno Buozzi). Edificio risultante dall’accorpamento di più unità immobiliari, probabilmente cinquecentesche o seicentesche, ampiamente rimaneggiato nell’800.

VIA VINCENZO FERRETTI
" nn. 82-84-86-88-90-92 Costruzione risultante dall’accorpamento ottocentesco di più unità edilizie, forse più antiche. La facciata è notevolmente deturpata da sconsiderati restauri del XX sec. Portale principale del XIX sec.
" nn. 94-100 Ex chiesa di S. Giovanni Decollato rimaneggiata ampiamente e sconsideratamente tra l’800 e il ‘900.

EDIFICIO SCOLASTICO
" Costruito tra la fine dell’800 e l’inizio del ‘900.
 
COMPARTO N. 21
 VIA VINCENZO FERRETTI
" nn. 99-97-95-91 Ristrutturazione avvenuta tra la fine del XIX sec. e l’inizio del XX di edifici probabilmente del XVIII sec. – Ex Ospedale Andosilla.

CHIESA DI S. BENEDETTO
" Impostazione, probabilmente, del XIV-XV sec. su impianto, forse, più antico. – Interventi del XVI sec. – Ristrutturazione tra il XIX ed il XX sec.
" nn. 81-79-77-75-73-71-69-67 Gruppo di edifici completamente ristrutturati tra il XIX ed il XX sec. Non emergono elementi utili per una eventuale datazione. – Forse l’edificio ai nn. civ. 71-69-67 potrebbe essere più antico.

VIA MINOLFO MASCI
" nn. 2-4-6-8-10-12-14 Gruppo di edifici completamente ristrutturati tra la fine del XIX e l’inizio del XX sec.
 
COMPARTO N. 22
 CORSO BRUNO BUOZZI
" nn. 25-27-29-31-33 Edificio ascrivibile al sec. XVI (prima metà) con pesanti interventi ‘800 – ‘900schi – Permangono molti elementi originali.
" nn. 35-37-39 Imponente costruzione della seconda metà del sec. XVI probabilmente inglobante una torre. L’esecuzione non è avvenuta di getto, sembra che l’edificio abbia ulteriormente inglobata altra costruzione di impianto più antico.
" nn. 41-43-45-47-49-51-53-55 Elegante edificio dell’ultimo settecento – Interventi del primo ottocento – Ulteriori rifacimenti alla fine del XIX sec. – Interventi deturpatori del XX sec. – Ex stazione di posta.
" nn. 57-59 Elegante costruzione del XVI-XVII sec. Inserimenti del primo ‘900 sulla facciata laterale – Rimaneggiamenti del XX sec. di alcuni elementi di facciata.
" nn. 61-63-65 (angolo Via Minolfo Masci) Elegante costruzione della prima metà dell’800. Bello esempio di portale neo-classico.

VIA MINOLFO MASCI
" nn. 9-11-13-15 Interventi tardo ottocenteschi del primo ‘900 - dovuti all’apertura della strada – che hanno manomesso l’originaria forma, probabilmente del XVIII-XIX sec., di questo gruppo di edifici.
 
COMPARTO N. 23
 CORSO BRUNO BUOZZI
" nn. 23-21-19-17 Edificio impostato nel XVI sec. (forse antica sede del governatore). Ristrutturato nell’età “umbertina”.
" nn. 15-13-11-s.n.-9 Totale ristrutturazione avvenuta all’inizio del XX sec. di probabili unità immobiliari più antiche. Portale rinascimentale, stranamente sopravvissuto – Forse trattasi dell’ingresso laterale della Chiesa di S. Francesco, spostato sulla facciata dell’edificio.
" nn. 7-5-3 Ristrutturazione del XVI sec. di edifici medioevali; ulteriore ristrutturazione avvenuta lungo il corso del XIX sec.

PIAZZA GIACOMO MATTEOTTI (angolo Corso Bruno Buozzi n. 1).
" Costruzione totalmente rimpaginata in età “umbertina”. Probabile costruzione pluriforme del sec. XIV-XV. Ulteriori manomissioni avvenute lungo il corso del XX sec.

CHIESA DI S. FRANCESCO - S. PIETRO
" Impianto del XIII-XIV sec. – Interventi del XVI sec. – Ulteriori interventi del XVIII sec. – Rifacimento lungo il corso del XIX sec. con l’aggiunta del transetto. Chiostro francescano di probabile impianto del XIV-XV – Interventi del XVI sec. – Rifacimento del XVIII-XIX sec.

VIA XII SETTEMBRE
" nn. 2-4-6-8-10-12 Gruppo di edifici facenti parte del convento francescano. Variamente ristrutturati tra il sec. XVIII ed il XIX.
n. 14 Edificio probabilmente impostato alla fine del XVIII sec. e ristrutturato lungo il corso del XIX.
 
COMPARTO N. 24
 VIA DELLE MOLE
" nn. 24-22-20-14 Edificio di probabile impostazione medioevale ristrutturato nel XIX secolo e deturpato nel XX secolo.
" nn. 10-8-6 Accorpamento di due costruzioni, probabilmente medioevali, rimaneggiate tra il XIX e il XX sec.
" n. 42 Edificio completamente ristrutturato lungo il corso del XX sec.

VIA XII SETTEMBRE
" nn. 15-17-19 (angolo Via delle Mole). Edificio completamente ristrutturato lungo il corso del XX sec.
" nn. 21-23-25-27 Edificio probabilmente impostato nel tardo XVIII sec. – Impaginato nel XIX sec. e accorpato agli inizi del XX sec.
 
COMPARTO N. 25
 PIAZZA GIACOMO MATTEOTTI
" nn. 17-18-19 Accorpamento del XVI secolo di edifici di impianto dl XIV-XV secolo - Tracce di bugne rustiche, indicanti una probabile fortificazione - Rimpaginato in epoca “umbertina”.
" nn. 20-21-22-23 Accorpamento del XVII secolo di edifici di impianto del XIV-XV sec.; su probabili unità immobiliari più antiche. Interventi in facciata tra il XIX e il XX secolo.
" nn. 24-25 (angolo Via XII Settembre). Struttura difensiva – torre – del XIV-XV sec. Interventi cinquecenteschi (portale e finestre laterali – tracce di graffiti). Interventi successivi in facciata tra i sec. XVIII e XIX.

VIA XII SETTEMBRE
" nn. 7-9-11 Probabile edificio attribuibile al corso del XVIII secolo. Interventi “in stile” del XX secolo.
" n. 13 (angolo Via delle Mole)
Anonima costruzione databile tra la fine del XVII secolo e l’inizio del XVIII.

VIA DELLE MOLE
" Gruppo di edifici privi di caratterizzazioni stilistiche. Probabile impianto del XIX secolo.

VIA PORTA POSTERULA
" nn. 14-12-10 Gruppo di edifici completamente rimaneggiati lungo il corso del XIX secolo – Interventi del XX secolo.
" n. 8 Edificio di impostazione del XVII secolo. Gli interventi avvenuti lungo il corso del XX sec. hanno deturpato l’immagine complessiva.
" nn. 6-4-2-3-1 (angolo Piazza Matteotti 12-13-14-15-16). Accorpamento di edifici, probabilmente del XIII-XIV sec. ed altri del XIV-XV (probabili torri). Interventi del XVIII sec. La facciata è stata impaginata lungo il corso del XIX sec. (si ipotizza che in tale accorpamento sia stata inglobata l’antica Chiesa di S. Gregorio da Capo alias De Turris alias S. Gregorio Taumaturgo).
 
COMPARTO N. 26
 VIA PORTA POSTERULA
" nn. 5-7 Edificio, privo di particolari caratterizzazioni stilistiche, ma che può datarsi per criteri generali di composizione ai sec. XVIII e XIX.
" nn. 9-11-13 Edificio che può essere datato per criteri generali ai secoli XVIII-XIX.
" n. 15 Edificio totalmente ristrutturato nella seconda metà del sec. XX.
" n. 17 (angolo Via dello Sdrucciolo). Edificio, probabilmente medioevale, che ha subìto una ristrutturazione tra XVIII e XIX sec.

VIA DELLO SDRUCCIOLO
" Edifici privi di caratterizzazione stilistica ma che probabilmente possono ascriversi tra il XVIII e il XIX secolo.

VIA DEL CASTELLETTO
" nn. 44-40-38-36-34-32-30-28-26-24-22-20 Gruppo di edifici probabilmente di impianto medioevale forse ristrutturati tra il XVIII e il XIX secolo. Interventi avvenuti lungo il corso dl XX secolo.
" nn. 18-12-16-10 Gruppo di immobili che per caratteristiche generali possono ascriversi tra il XVIII e il XIX secolo. Interventi in facciata del XX secolo.
" nn. 8-6 (angolo Piazza Giacomo Matteotti). Immobile parzialmente ricostruito. Portale superstite riecheggiante motivi cinquecenteschi. La facciata su Piazza Matteotti impaginata lungo il corso del sec. XVIII. Successivi rimaneggiamenti del XIX secolo.

PIAZZA GIACOMO MATTEOTTI
" n. 2 Struttura torriforme - Interventi tra il XVIII e il XIX secolo - Elementi decorativi di gusto liberty. Decorazione del XX secolo (1° trentennio).
 
COMPARTO N. 27
 VIA DELLO SDRUCCIOLO angolo VIA DELLE MOLE angolo VIA DEL CASTELLETTO
" Gruppo di edifici di impianto probabilmente ascrivibile al corso del XIX secolo. Rimaneggiamenti lungo il corso del XX secolo.

VIA DEL CASTELLETTO
" nn. 48-50-52 Accorpamento tardo ottocentesco di probabili case a schiera medioevali.
" nn. 54-56-58-60-62-64 Gruppo di casette probabilmente medioevali. Ristrutturate tra XVIII e XIX secolo.
" n. 66 Edificio di impianto del tardo ottocento o del primo novecento.
 
COMPARTO N. 28
 VIA FILIPPO CICUTI
" s.n. Anonima costruzione della seconda metà del secolo XX.
" n. 24 Edificio impostato fra il XVIII e il XIX secolo.
" nn. 22-20 Anonimo edificio del XIX secolo, probabilmente impostato su edifici più antichi.
" nn. 18-16-14-12-10-8 Gruppo di edifici ristrutturati lungo il corso del XIX secolo su probabile impianto più antico.
" n. 6 (angolo Largo Cavour). Edificio ristrutturato fra XVIII e XIX secolo su probabile impianto più antico. Interventi del XX secolo.

LARGO CAVOUR
" nn. 15-16-17 Accorpamento risalente al XVIII secolo di unità immobiliari probabilmente più antiche. Ristrutturazione del XX secolo.
" nn. 18-19-20-21-22 Accorpamento risalente al sec. XVIII di edifici più antichi. Probabile incorporamento di torre medioevale. Successivi accorpamenti avvenuti durante il corso del XIX secolo.

VIA DEL CASTELLETTO
" nn. 11-13-15-17-19 Ristrutturazione del XIX secolo di unità immobiliari probabilmente più antiche.
" nn. 21-23-25-25a Gruppo di edifici ristrutturati nel sec. XIX e accorpati con altre unità immobiliari che danno su Via delle Rupi. Totalmente impaginati nel sec. XX.
" n. 27 Ristrutturazione avvenuta tra i sec. XIX e XX di edificio, probabilmente, più antico.
" nn. 29-30 Ampia ristrutturazione del sec. XX.
" nn. 33-35 Anonimi edifici della seconda metà del sec. XX.
 
COMPARTO N. 29
 LARGO CAVOUR
" nn. 1-2 Edificio di impianto tardo cinquecentesco, con rimaneggiamenti ottocenteschi.
" nn. 3-4 Edificio privato da connotazioni stilistiche utili alla datazione, da interventi avvenuti lungo il corso del XX secolo; probabile ristrutturazione dei secoli XVII e XIX di edificio più antico.
" nn. 5-6-7-8 (angolo Via del Forte). Gruppo di edifici di probabile origine medioevale completamente ristrutturati lungo il corso del XIX secolo. Interventi deturpatori nel XX secolo.

VIA DEL FORTE
" nn. 12-10-8 Gruppo di edifici probabilmente di origine medioevale ristrutturati tra XVIII e XIX secolo. Interventi del XX secolo.

PIAZZA GIACOMO MATTEOTTI
" Municipio – Massiccia ristrutturazione ottocentesca di edifici probabilmente più antichi.
 
COMPARTO N. 30
 VIA DELLE CONCIE
" n. 14 Anonima costruzione dei secoli XVIII-XIX probabilmente ad uso di magazzino, in parte riadattata.
" nn. 12-4 Gruppo di tre edifici per volumetria, disposizione degli ingressi e delle finestre, concezione generale di impianto certamente antichi, ma difficilmente databili, a causa dei numerosi interventi successivi. Il fianco dell’edificio al n. 12 rivela una pregevole tessitura medioevale dei secoli XIII-XIV in blocchi di tufo, sopraelevata con rozza muratura mista di tufo e laterizi, probabilmente dei secoli XVII-XVIII.

VIA DEL FORTE
" n. 38 Antica costruzione con grande arco di ingresso, poi murato di cui sono ancora leggibili gli ampi piedritti in pietra; nell’angolo blocchi di pietra a bugnato rustico dei secoli XIV-XV. E’ stata ristrutturata e decorata nel sec. XVIII e sopraelevata nel periodo “umbertino”.
" n. 36 Casetta, contigua all’edificio precedente nel lato interno, con scala esterna, i cui elementi essenziali sono antichi (sec. XIII-XIV). Emergono una bella muratura in tufo e un piccolo portale ogivale murato. Si tratta di un edificio antico, cui ne è stato giustapposto un secondo, più recente ed assai rimaneggiato.
" nn. 30-28 Edificio cinquecentesco, rimaneggiato agli inizi del secolo XX (cornici liberty al 3° piano); piccolo portale forse ottocentesco.
" nn. s.n.-26-20 I volumi dell’edificio, la disposizione e le mostre delle finestre, l’esecuzione del portale principale, lo fanno datare al corso del secolo XVI. Aldisotto dell’intonaco è visibile una tessitura a blocchi di tufo irregolari, legati da abbondante malta. Il cortile quadrilatero presenta una parete interna dei secoli XVIII-XIX, la parete della scala totalmente rifatta e muro di recinzione moderni.
n. 16a L’edificio mostra caratteri riferibili ai secoli XVII-XVIII.

VIA FILIPPO CICUTI
" nn. 10-12 La costruzione è caratterizzata da un grande portale a bugne sormontato da edicola mariana; l’insieme ha un aspetto risalente al corso dell’800, ma non si esclude il rimaneggiamento di più antiche strutture.
" nn. 1-3 Un grande arco innestato su pilastri a bugne dei secoli XIV-XV sorregge l’intera facciata ristrutturata nei secoli XVIII-XIX; l’edificio è stato sopraelevato in tempi recenti.
" nn. 5-11 Edificio dei secoli XVII-XVIII con aggiunte novecentesche; la facciata interna rivela interessanti persistenze trecentesche o quattrocentesche nella tessitura muraria e nella decorazione delle finestre.
" nn. 13-15 Pregevole ed equilibrata costruzione del primo ‘400; bella mostra di finestra con targa I.H.S a lettere gotiche; altra mostra di finestre in tufo e mensole in pietra.
" nn. 17-20 Piccola ma equilibrata costruzione unifamiliare, datata nell’architrave dell’ingresso MCCCC…; belle mostre di finestre in tufo, con cornici del secolo XV.
" nn. 21-25 Equilibrato esempio di edilizia popolare della fine dell’800 o dei primi del ‘900.
n. 27 Piccola casa del tutto priva di elementi stilistici che rientra tra i prodotti dell’edilizia popolare.

VIA DELLE RUPI
" n. 16 Interessante esempio di edilizia popolare degli ultimi tempi del potere temporale dei Papi.
" s.n Informe costruzione in tufo, mattoni e cemento armato appena rivestita di intonaco grezzo.
 
COMPARTO N. 31
 VIA DELLE RUPI
" nn. 1-3-5-7-9-11-13-15-17-19-21-23 Gruppi di edifici databili fra la seconda metà dell’Ottocento ed il primo Novecento.
 
COMPARTO N. 32
 VIA DI PORTA RUPE
" nn. 44-42 Costruzione del sec. XIX, molto rimaneggiata negli anni 1965-75.
" nn. 38-32 L’edificio presenta nella via principale l’aspetto di una modesta costruzione ottocentesca, rimaneggiata negli anni 1965-75. La facciata laterale sul vicolo, priva di intonaco, " nn. 28-26 In facciata emerge una mostra di finestra databile fra il 1600 e il 1800.
" nn. 24a-22 La tessitura muraria affiorante sul fianco può far supporre per l’edificio un’origine medioevale.
" nn. 20-12 L’impaginazione generale della facciata e l’elegante portale in cotto fanno datare l’edificio alla metà del sec. XIX; il fianco appare coevo.
" n. 10 Costruzione databile al sec. XIX.
" nn. 8-6 Torre medioevale. Interventi in facciata del XIX secolo.

VIA DEL FORTE
" nn. 56-54 Antica costruzione di cui sopravvive un settore a bugne, totalmente ristrutturato nel corso del 1800 e successivamente.
" nn. 52-50 Edificio databile alla metà dell’800.
" n. 48 Databile alla metà dell’800.
" nn. 46-42 Gli elementi presenti in facciata, mostre delle finestre del primo piano, portale, mostrano chiari caratteri cinquecenteschi. L’intero complesso è stato ristrutturato e sopraelevato successivamente. Al piano terreno è presente un ambiente con volta unghiata, databile al sec. XVI; finestra coeva ridotta a porta nelle scale.

VIA DELLE CONCE
" nn. 3-5 Edificio ampiamente ristrutturato e sopraelevato, con copertura a terrazza su due livelli, databile tra il 1800 e il 1900.
" nn. 7-13 Edificio risultante dalla unificazione di antiche unità immobiliari, successivamente accorpate fra i sec. XIX e XX; piccola chiave di volta nel portale in muratura.

VIA DELLE RUPI
" n. 8a Sec. XX.

VIA VIRGILIO MAZZOCCHI
" nn. 22-18-16-14 Anonimo edificio sede del Consorzio Agrario Provinciale, costruzione del sec. XX (anni 1950-60).

VIA BORGUCCIO
" nn. 1-4 Struttura medioevale ancora leggibile aldisotto di un leggero strato di intonaco. Sul fianco, ad angolo con Via di Porta Rupe, un edificio dalla medesima struttura con grande arco murato al piano terreno con spigolo a blocchi di pietra; la scala esterna su Via Borguccio accoglie l’ingresso ad una cantina scavata con grande pilastro medioevale (casa-torre?).
" n. 5 Corpo di fabbrica del XX secolo.
" nn. 6-8 Per la struttura volumetrica generale potrebbe costituire un esempio di abitazione popolare nel medioevo, in seguito ampiamente rimaneggiata.
" nn. 10-11 Edificio ascrivibile, per i caratteri presenti in facciata, al sec. XX.
" n. 13 Piccola costruzione medioevale totalmente ristrutturata; sul fianco sopravvive una antica muratura.
 
COMPARTO N. 33
 VIA DI PORTA RUPE
" nn. 1-3 Nell’edificio sono evidenti caratteristiche proprie dei tipi edilizi medioevali.
" nn. 5-11 La facciata risulta complessivamente databile al sec. XX; in essa tuttavia appaiono elementi più antichi, come il piccolo portale ridimensionato.
" nn. 15-17 Piccola costruzione medioevale, alterata successivamente.
" nn. 19-27 Gruppo di antiche costruzioni, probabilmente medioevali, come dimostrano emergenze in pietra e tufo; ristrutturate tra il 1700 e il 1800.

VIA DEL FORTE
" n. 60 Complessivamente databile al sec. XX, appaiono tuttavia in esso parti di murature precedenti.
" n. 64 L’edicola Mariana presente: il prospetto è databile alla fine del secolo XVIII.
" nn. 66-70 L’edificio, apparentemente settecentesco, sembra inglobare elementi più antichi, come dimostra il settore a bugne rustiche in travertino.
" nn. 72-74 Totalmente ristrutturato, presenta ormai caratteri ascrivibili alla metà del sec. XX.
" nn. 78-80 Costruzione databile tra la fine del sec. XVIII e l’inizio del sec. XIX.
" nn. 82-84 Gruppo di tre edifici dei quali uno emergente (torre) grossolanamente unificati in facciata nel corso del sec. XVIII o XIX; i singoli corpi, ad andamento prevalentemente verticale mostrano il caratteristico dimensionamento del medioevo (sec. XIII-XIV).

[Trascrizione di Sergio Carloni]

Nessun commento:

Posta un commento